L’assistenza ai malati e agli indigenti di Roccaraso e del circondario era svolta, prima della guerra, dalla Congregazione di Carità. Nel dopoguerra viene costruita la Casa di Riposo grazie a una cospicua donazione di Giuseppe Colaianni, cui venne intitolata la struttura, che aveva sposato una ragazza di Roccaraso. Giuseppe Colaianni si era stabilito negli Stati Uniti, precisamente a Minneapolis, dove aveva avviato una fiorente attività imprenditoriale.
La Casa di Riposo “G. Colaianni” era, sin dall’inizio, gestita dalla Parrocchia di Santa Maria Assunta, con l’allora Arciprete Edmondo De Panfilis. L’assistenza agli ospiti fu assicurata, fino agli anni ’90, dalle Suore delle Poverelle, la cui Casa Madre aveva sede a Bergamo.
Attualmente l’ex IPAB “G. Colaianni” è gestita dall’Azienda di Servizi alla Persona N.2 della Provincia dell’Aquila, come da DGR n. 250/2014. All’interno della struttura l’assistenza è assicurata, oltre che dal personale laico, anche dalle Suore indiane della Visitazione.
La Residenza per Anziani “G. Colaianni” si trova in Piazza XX Settembre n. 3 a Roccaraso. La struttura, facilmente raggiungibile, ampia ed accogliente, mira ad offrire un servizio dagli standard qualitativi elevati, attuando, al contempo, una politica di contenimento delle rette.

I servizi offerti sono i seguenti:

– Servizio amministrativo
– Assistenza alla persona h24 garantita da personale qualificato;
– Servizio di ristorazione garantito attraverso la preparazione dei pasti all’interno della struttura;
– Servizio religioso.